di

Sfarzosa e magnifica e con un pizzico di irona si può anche definirla hollywoodiana.

Parliamo della Villa del Casale, a Piazza Armerina, famosa nel mondo per la magnificenza e l’estensione dei suoi  policromi, e per l’ottimo stato di conservazione in cui sono arrivati a noi, ma anche per essere la più importante testimonianza del livello raggiunto dalla civiltà romana in Sicilia tra il III e il IV secolo d.C.

Qui ad attirare la nostra attenzione sono i mosaici pavimentali, di rara bellezza e di notevole estensione, che ricoprono buona parte dei tre livelli e delle 40 stanze di cui la villa patrizia era composta.

Esse raffigurano esuberanti scene di caccia, corse col le quadrighe e le ormai arcinote palestrite: dieci giovani atlete in succinto costume da bagno, che fa pensare all’invenzione del bikini già nel III secolo d.C.