e e gli

Con voli low cost e pacchetti last minute si può risparmiare dal 20 al 50% rispetto ai prezzi di listino. Ma esistono anche soluzioni a costo quasi zero: per risparmiare un bel po’ si può diventare housesitter, cioè abitare una casa quando il padrone è in vacanza in cambio di alcuni servizi domestici.
Quello che conta è prenotare in anticipo: Prima lo fai, più risparmi e meglio scegli secondo una guida sui viaggi a basso costo. È un principio che vale sia per gli operatori online che per i viaggi delle agenzie, dove lo sconto oscilla tra il 15 e il 20%. Su Internet si compra a buon prezzo: motori di ricerca come Volagratis (www. volagratis.com) o Expedia (www.expedia.it) consentono di confrontare e acquistare sia voli sia viaggi organizzati. In alternativa ci si può rivolgere al fornitore diretto dell’offerta per evitare intermediazioni. Mentre con i last minute, offerte tutto compreso in liquidazione pochi giorni prima della partenza si può risparmiare fino al 50%, ma le destinazioni sono limitate. La vacanza a sbafo o quasi, infine, non è un’utopia. Anche le case hanno bisogno di babysitter, cioè di vere e proprie badanti che montino la guardia durante l’assenza dei proprietari in vacanza. Si chiama housesitting: invece di pagare un regolare affitto si offrono, al padrone di casa, una serie di lavori domestici di solito non troppo impegnativi: oltre alla custodia della casa, la del giardino, portare a spasso il cane o lavare i vetri. L’affidabilità dell’operazione è garantita da associazioni come Mind My House (www.mindmyhouse.com) con 1300 immobili in lista, e House sitting worldwide (www.housesitworld.com) con informazioni in italiano. Per arrivare sul posto di lavoro, se così si può dire, si può prendere un volo low cost, fenomeno “risparmioso” della nostra epoca .