Un mito che da ormai secoli mantiene vivo il suo splendore, la sua vita mondana e il suo essere unica e intramontabile, Taormina. A Taormina , in contesto in forte trasformazione, continuano ad essere importanti rituali sociali, sfumature, fragranze e tic difficilmente avvertibili al viaggiatore meno attento, poiché nascosti dietro le mura protette dei grandi alberghi o all’ombra dei giardini delle ville. Qui ci si alza tardi, la classica colazione con granita caffè con panna e brioche non si fa prima delle 10.30-11. Per il primo rito del giorno, molto in voga il  Bambar, mentre per i più pigri che si attardano nella città alta c’è l’imbarazzo della scelta. Fra i caffè più tradizionali, il Mokambo e il vicino Wunderbar. La spiaggia più bella e apprezzata da un pò di tempo è la caravella, ma sono sempre amate anche quella piccola e raccolta dell’Hotel Villa Sant’Andrea, scrigno di aristocratica eleganza dalla splendida terrazza a mare; quelle attrezzate di Mazzarò, particolarmente adatte ai , e il Paradise Beach Club di Letojanni. Si può fare colazione da Giorgina, affacciati sulla rocaille ammantata di verde dell’Isola Bella, oppure, se si è appassionati di attività subacquee, si può scendere tra le grotte della costa, ricche di gorgonie e di una miriade di organismi viventi, fino allo scoglio di Zi Gennaro, proprio davanti a Capo Sant’Andrea, che dai 10 metri di fondale passa repentinamente a oltre 45. Splendida per chi non si trova a proprio agio con l’acqua salata, la piscina panoramica del Grande hotel Capotaormina, sospesa tra cielo e mare. In spiaggia si rimane fino alle 18, per poi risalire a Taormina a riposarsi in attesa che cali il sipario notturno. Per lo shopping ci si può sbizzarrire lungo corso Umberto I, dove scintillano le vetrine dei gioiellieri, dei negozi alla moda, come le calzature e gli accessori di Scandurra, e delle botteghe antiquarie. Aperitivo al tramonto sulla terrazza letteraria del Grand Hotel Timeo e Villa Flora, gioiello d’inizio ‘900 incastonato sotto il Teatro greco-romano oppure tra i chiostri invasi dalla vegetazione tropicale del San Domenico Palace, carico di ricordi e citazioni cinematografiche. Perfetto per una cena romantica, il ristorante con giardino Casa Grugno, ma ottimi anche la Botte, Al Duomo e A’ Zammara; oppure si può cenare alla Giara che è anche pianobar e discoteca, degno erede di quello che negli anni ‘60 fu il favoloso night Le Palmare. Per i nottambuli ci sono poi anche la discoteca Bella Blu, il Tiffany e a Giardini Naxos un ventaglio di locali à la page, in particolare per i più giovani. Taormina non ha età, si può spendere molto poco e i prezzi sono buoni se paragonati ad altre mete così importanti, ci sono luoghi per tutte le tasche. Cercate una buona offerta low cost o last minute tutto l’anno perché qui il clima è sempre buono e ogni momento dell’anno è buono per farci una vacanza.