Quale usare per alla

Questo sistema oltre ad essere di semplice utilizzo, è un sistema solido e stabile, che da ottime garanzie di successo se portato a tappeto.

Essendo un approccio al gioco di tipo “professionale”, è doveroso utilizzare a tappeto dei sistemi che diano opportune garanzie in un tempo limitato.

Questo sistema le da. Infatti i filotti da 3 sono una costante. 

Di media se ne incontrano 3-4. 

Alcune rare situazioni portano ad averne anche solo 1.

 Tale sistema se utilizzato con moderazione permette agevolmente di incamerare qualche pezzo.
Ricordando a tutti che il sistema infallibile non esiste, e che occorre accettare anche delle giornate di perdita, l’ideatore del sistema ha cercato di rendere meno frequenti le possibili perdite tramite alcuni accorgimenti a cui l’utilizzatore dovrà attenersi scrupolosamente.
Ricordo a tutti gli amanti di questo gioco che il nostro obiettivo è quello di vincere la guerra e non tutte le battaglie.
Per far cio, bisogna innanzitutto impostare dei sistemi semplici e gestibili con una manciata di pz.
Personalmente ritengo che un metodo per essere vincente ( x vincente intendo un metodo che da da mangiare) deve essere gestibile con al massimo 20-25 pezzi.
Ognuno poi darà ai pezzi il valore che ritiene opportuno ricordandosi sempre che il valore del capitale di gioco deve essere quantificato dividendo per almeno 20 volte il capitale di rischio che si è disposti a perdere.
Passiamo ora all’atto pratico della riduzione del capitale di gioco senza intaccare le nostre VINCITE SPETTANTI.

Ecco un sistema per vincere alla roulette online

REGOLE DI GIOCO

 Attendere almeno 18 colpi in cui non si è avuto alcun filotto da 3 sia orizzontale che verticale
 Cercare di accorpare le puntate delle terzine in gruppi numerici piu’ grossi.( per questo vi rimando alla lettura del mio articolo chiamato “ massa pari a compensazione bilanciata”). 
 Non protrarre il gioco oltre la 26° boule. 
Fermarsi alla 1° vincita indipendentemente dalla situazione di cassa.

ESEMPIO DI GIOCO
Permanenza reale S.Vincent 27/10/2008: 30-23-16-30-28-20-6-5-9-3-8-34-2-9-36-5-35-15-14-27-28-2-30-36-23-2
Condizione di gioco n° 1 rispettata
nei primi 18 colpi non dobbiamo avere nessun filotto da 3 

A questo punto si delineano le condizioni di attacco, infatti la prima condizione è pienamente rispettata.

Entrano in gioco le terzine 9 e 3 che completano dei filotti (in azzurro nello schema qui sotto) 

Esce però il 14, terzina 5 (colpo perso). Il gioco passa alla seconda riga, secondo la metodologia illustrata nel sistema “Terzine a massa pari”. 
Si prosegue così fino alla vittoria o alla 26 boules. In questo caso otteniamo la vittoria alla boule 26 con il numero 2 che corrisponde alla terzina 1. 


Nelle seguenti 2 tabelle faro’ notare le differenze tra una modalità di gioco normale ed una modalità  

Appare evidente il vantaggio della massa pari a compensazione bilanciata.
Infatti si vincono dei colpi che in teoria per il sistema base dovrebbero perdersi. La cassa rimane piu’ stabile  pur senza aumentare la puntata ma cambiando soltanto i rapporti di pagamento si attua una montante senza esporsi troppo.

Il sistema è molto utilizzato e l’autore è un grande esperto di roulette, per chi non avesse ancora provato “ il mio sistema per guadagnare 100 euro al giorno ” ( trovi il sistema cliccando qui ) consiglio comunque di provare prima quello di sistema che è sicuramente più semplice e permette di vincere alla roulettte online con una buona frequenza.