Lo e la
L’affaticamento, sia fisico sia psichico, può influire sulla perdita di capelli. Cerca di condurre una vita regolare e controlla attentamente anche l’alimentazione.
Non dimenticare che ci sono condizioni che, nell’uomo come nella donna, possono favorire una temporanea caduta dei capelli. Imputato primo è lo stress, che causando un restringimento dai capillari limita l’apporto di ossigeno e di nutrimento ai bulbi piliferi, indebolendo progressivamente il capello. Attenzione anche a come mangi: una dieta sbilanciata, ristretta e monotona, finisce per non assicurare l’apporto di vitamine e oligoelementi indispensabili per dare vitalità ai capelli. Anche forfora e seborrea giocano un ruolo importante nel problema: lo stato di infiammazione del cuoio capelluto dovuto all’eccesso di sebo può accelerare infatti il processo di indurimento del collagene favorendo la caduta dei capelli.