su come un

 

Circa cinque anni fa si è cominciato a parlare di podcast, uno strumento per far arrivare i propri pensieri a un pubblico di sconosciuti. È un sistema che permette di diffondere in rete trasmissioni audio (o video, è tecnicamente lo stesso) gratis e senza grandi infrastrutture. Ecco le regole per confezionarne uno.

 

1. Pianificare 

Se vuoi fare un podcast saprai già di cosa vuoi parlare, ma non partire in quarta … Dal discettare di piante grasse al chiacchierare di nautica da diporto, è sempre meglio pianificare le puntate, buttare giù una sorta di scaletta per non dimenticare i punti più importanti e non fare quelle pause davanti al microfono che non sono proprio il massimo della radiofonia. Fissarsi un tempo di massima ti aiuterà a gestirti meglio lo spazio senza allungare troppo il discorso o concluderlo frettolosamente. Il titolo del podcast è fondamentale perché la maggior parte si ferma a quello e non legge le informazioni. Tratti di fai-da-te nella nautica da diporto? Chiamalo “Fai da te nella nautica da diporto”. 

 

2.  

Ci sono molti programmi free per registrare e fare postproduzione, giusto per tagliare qualche errore o aggiungere un sotto fondo musicale. Il più gettonato è Audacity, un multi piattaforma molto flessibile che permette di usare numerosi plug-in. Ma, se usi Mac, GarageBand è ottimo. Per non incappare in problemi di diritti d’autore con la colonna sonora, meglio usare materiale “podsafe”, ovvero musica sotto licenza Creative Commons. 

 

3.  

Per farla facile puoi usare WordPress.com, ma ci sono anche strumenti specifici per il podcast, come Podomatic.com. È del tutto simile alle piattaforme per blog, con la differenza che dispone di un registratore online (tramite Flash o Java) che permette di fare tutto senza un software audio. Cerca di pubblicare le varie puntate con una cadenza regolare, non importa se quotidiana o mensile: l’importante è che chi ti segue sappia sempre quando trovarti. 

4. Pubblicizzare 

Una volta creato il tuo podcast, è il caso di renderlo pubblico nei canali dedicati. Primo fra tutti è sicuramente lo store di iTunes. Una volta registrato allo store (gratuitamente), è possibile inserire il tuo podcast nella categoria che più lo rappresenta. Ovviamente non puoi saltare i classici Google, Yahoo, Msn. Una volta presente nei motori di ricerca tradizionali, il tuo podcast verrà aggiunto in modo quasi automatico anche in quelli dedicati al mondo podcast.