Se vuoi , guarda a Oriente. Più precisamente al giapponese, oggi diffusissimo anche da noi, che è la combinazione di due alimenti nutrienti, leggerissimi e ipocalorici: il crudo e  il riso scondito.

sushi mangiare

sushi mangiare

•    Il primo contiene dal 17 al 25% di proteine nobili, meno del 5% di grassi (a volte addirittura soltanto l’1%) g quasi zero di colesterolo. E se scegli il sushi di salmone, tonno o sgombro, fai anche il pieno di , che mantengono l’elasticità delle arterie e sono quindi benefici per il cuore.
•    Essendo crudo, inoltre, il pesce ha pochissimo sodio, grande vantaggio per la linea perché non favorisce gonfiori né ritenzioni idriche.
•    Quanto al riso, quello del sushi è condito solo con
aceto, quindi fornisce appena  350 cal/100 q. E se consideri che le porzioni sono sempre molto piccole e che il pesce fa la parte del leone, in un pasto ne consumi sempre una quantità decisamente limitata.
•    Un calcolo veloce: ogni nigiri (polpettina di riso con pesce crudo) apporta 30-40 cal, e se è del tipo fatto a rotolino avvolto in un’alga solo 20. Considerando che una porzione contiene mediamente 12-14 pezzi, un pasto non supera le 420 cal. Praticamente la metà di quelle di una pizza.

sushi

sushi