– Come sulle del e della

Oggi puoi comprare corrente elettrica e gas da chi ti pare. E risparmiare, perché nel libero mercato puoi scegliere l’offerta più conveniente. Guida a tutti i vantaggi che ti offrono i nuovi venditori di energia.

Quando ti arriva la bolletta della luce e del gas, credi di pagare esclusivamente quanto hai consumato usando fornelli, stereo, scaldabagno, tv eccetera? Sbagliato. In realtà,
paghi un sacco di cose in più. Per cominciare, un prezzo di mercato per l’acquisto dell’energia (prezzo che può variare a seconda delle offerte dei venditori), a cui si aggiungono i costi per consegnare l’energia a casa tua e misurare i tuoi consumi.
Inoltre, anche se non lo sai, con la tua bolletta paghi anche lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, la ricerca, lo smantellamento delle vecchie centrali nucleari eccetera (e ci sono anche le imposte).
Libertà di scelta Insomma, l’energia costa salata, ma qualche buona notizia c’è. La più importante è che dal l° luglio del 2007 è caduto ìl monopolio dell’Enel, che non è più l’unica azienda abilitata a vendere energia in tutta Italia: a essa si sono affiancate numerose aziende che vendono la loro energia tramite
un unico distributore nazionale.
Insomma, è il libero mercato: come nel settore della telefonia, puoi scegliere il fornitore che i offre le condizioni più vantaggiose. A un anno dall’entrata in vigore ella liberalizzazione, 900 mila utenti hanno scelto di restare con Enel Energia, mentre altri 600 mila sono passati ad altri operatori. conti in vista In tempi di petrolio supercostoso val la pena di provarci, e le cose miglioreranno ancora dal 1? gennaio 2010, se approfitti di questi due anni per dotarti del contatore elettronico (ormai diffuso su quasi i 90% del territorio nazionale).
Saranno solo due le fasce orarie: una più costosa (dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì) e una più economica (dalle 19 alle 8 più i fine settimana). I consumi costanti, come quelli del frigorifero o del freezer, non verranno penalizzati dal nuovo sistema di prezzi. E ci sarà anche un bonus sconto di 120 euro l’anno per le famiglie numerose.