a , , e con e

Compra oggi, e comincia a pagare in autunno. Goditi le vacanze o l’automobile nuova, ai soldi ci penserai dopo, magari in tre anni e senza interessi. Gli annunci pubblicitari sono sempre più allettanti, le offerte di pagamenti rateali con tassi dilazionati si moltiplicano e l’idea di comprare un bene e pagarlo cash al momento sembra roba da vecchi moralisti. Ma pagare a rate ti conviene davvero?
Gli italiani ne sembrano convinti. Il mercato del credito al consumo cresce a ritmi del 20 per cento l’anno, lo scorso anno ha sfiorato quota 60 miliardi di euro e la novità dell’ultimo anno è che aumenta vertiginosamente il numero delle richieste, mentre scende l’importo medio dei pagamenti. Segno che le rate non servono solo per affrontare i grossi acquisti ma servono anche a pagare il telefonino, l’abbonamento alla palestra o le scarpe nuove. Si tratti di scelta o di necessità, va detto che le offerte davvero interessanti non mancano, ma ci sono due aspetti da tenere d’occhio. Il tasso d’interesse da considerare è il Taeg che, a differenza del Tan, contempla tutte le spese effettivamente da sostenere (vedere il riquadro nella pagina accanto a destra). È buona norma, poi, chiedere al venditore uno sconto nel caso di pagamento in contanti, per confrontare meglio la soluzione più conveniente.