tra al o e

I plasma o a cristalli liquidi (Lcd), i nuovi televisori sono rigorosamente piatti e offrono una qualità delle immagini sempre migliore. Rispetto agli apparecchi tradizionali occupano meno spazio e sono più leggeri, hanno un basso consumo energetico e una totale assenza di emissioni elettromagnetiche.

Gli schermi Lcd offrono un’eccellente qualità di immagine con un alto livello di luminosità e contrasto (e non hanno più quel fastidioso “effetto scia” dei primi modelli). Il loro limite consiste soprattutto nell’impossibilità tecnica di ottenere schermi di grandi dimensioni e in un angolo di visione un po’ ridotto: guardandoli da una posizione laterale capita che l’immagine perda la sua perfezione cromatica e non sia più brillante come appare frontalmente. Ma ultimamente si è riusciti a ridurre al minimo questi difetti.
Se vuoi uno schermo panoramico di grandi dimensioni, i televisori al plasma offrono una maggiore definizione delle immagini e un angolo visivo più ampio. Possono essere collocati a parete, ma sono più pesanti e meno sottili. Inoltre hanno una minore longevità rispetto agli Lcd e talvolta si macchiano: se si lascia un’immagine fissa per un lungo