– il è la del tra e

Se dopo aver tradito ci si sente in colpa e si sta male, cosa si deve fare?
Si sta sempre male, non esiste tradimento senza senso di colpa. Il tradimento, comunque, è efficace per comprendere lo status del proprio rapporto. E il senso di colpa è funzionale alla comprensione della propria insoddisfazione col partner. Si può vivere una vita con un senso di colpa, ma è molto difficile, prima o poi ci si lascia o comunque si viene scoperti. Succede anche che chi tradisce vuole inconsciamente essere scoperto per porre fine al rapporto. Esistono poi gli infedeli di natura, gli immaturi che non si assumono responsabilità. Ma loro non si legano a nessuno e rimangono coerenti: cambiano spesso partner piuttosto che sovrapporli. D’altra parte, una delle maggiori cause di stress è proprio la gestione di più rapporti affettivi nello stesso tempo. Anche se poi tutto questo contrasta con l’educazione ricevuta.
Siccome le persone che tradiscono sono moltissime (e gli studi dicono che il 75% sono donne), varrebbe la pena soffermarsi a pensare se il canone classico di coppia abbia ragione di esistere ancora oppure no. Questo è un momento storico di passaggio della coppia, bisogna rendersi conto che c’è un’insoddisfazione generale, c’è qualcosa che non va nella coppia.
La donna è capace di comunicare di più la sua insoddisfazione, ma è anche quella che sa gestire meglio il segreto se è lei che tradisce. Al contrario, l’uomo in genere non sa stare zitto, se ha l’amante lo dice subito agli amici. In generale, però, se due persone stanno insieme seriamente ci si accorge se uno dei due ha l’amante. Poi molte coppie decidono comunque di stare insieme e accettare la libertà reciproca o per l’amore dei figli (ma questi alla lunga lo percepiscono) o per motivi di carattere economici.

E se invece si è stati traditi, cosa si deve fare?
Fa sempre male essere traditi, anche se la coppia era già in crisi. Fa male per fattori narcisistici: un’altra persona ha preso il tuo posto ed è stata giudicata meglio di te. Devi però chiederti le motivazioni: il tradimento non è un problema della coppia, è un dato di fatto, è la punta dell’iceberg. Significa che c’era qualcosa che non andava all’interno della coppia. Il passo da fare è elaborare insieme al partner, in tal modo il tradimento può servire paradossalmente a cementare di più la coppia: se rielaborato, infatti, è un’occasione di revisione delle modalità di comunicazione e di affettività della coppia.
Un consiglio: mai fidarsi della donna o dell’uomo troppo perfetti, irreprensibili. Le cosiddette acque chete sono le più pericolose.
Un’ultima osservazione: in una coppia tutto è mediato dalla frequenza dei rapporti sessuali, in pratica finché si fa l’amore non ci si lascia.