a chiedendo un in o ad una

Per acquistare un bene senza spendere immediatamente l’intera somma non è necessario aspettare l’offerta del venditore. Si può ottenere lo stesso risultato richiedendo alla banca o alle società di credito un prestito personale, che poi va restituito secondo un piano di ammortamento rateale.
DOVE LO OTTIENI
Prestare soldi ai propri clienti è l’attività istituzionale delle banche, che nel settore dei prestiti personali sono state superate dalle società specializzate (spesso emanazioni delle stesse banche), che offrono crediti in tempi molto rapidi e con procedure snelle. Per accedere al credito è sufficiente essere maggiorenni e presentare un documento d’identità, il codice fiscale e una bolletta, e in alcuni casi tutte le procedure sono eseguibili su Internet (tranne la firma del contratto, che viene inviato a casa nel giro di pochi giorni).

I TASSI D’INTERESSE
Come per i pagamenti a rate, l’indice da tenere in considerazione è il Taeg, che per i prestiti finalizzati (vedere la tabella della pagina precedente) oscilla fra il 9,5% e il 17% a seconda dei casi. Le condizioni migliorano se si è già stati clienti della società di credito.
LE GARANZIE CHE DEVI DARE
Il prestito personale in genere non prevede la presentazione di garanzie reali. In alcuni casi le società che erogano il prestito richiedono al beneficiario l’autorizzazione preliminare a cedere una parte dello stipendio oppure qualche altra forma di tutela (per esempio una cambiale). L’assenza di garanzie, comunque, dipende dal fatto che il prestito viene concesso solo a chi presenta una condizione finanziaria piuttosto solida. Le offerte che si trovano si rivolgono a un quarantenne con un buon reddito e un contratto a tempo indeterminato, mentre quasi nessuna è disponibile, per esempio, per un venticinquenne con contratto a tempo determinato. Saltare una rata, poi, ha conseguenze pesanti: si è considerati inadempienti e il finanziatore può risolvere il contratto, costringendo il debitore al pagamento delle penali e delle spese bancarie e di protesto.